Tag: rilassamento sonoro

Il Riequilibrio col Suono

Il riequilibrio col Suono per il bilanciamento Energetico.

Il Riequilibrio proposto è un percorso sonoro di rinnovamento energetico e segue la mappa dei principali centri energetici che riflettono gli archetipi dei Cinque Elementi della tradizione.

Il percorso, sempre in evoluzione, è attivo da alcuni anni ed è nato dalla ricerca sulle potenzialità delle frequenze sonore in materia di riequilibrio emozionale ed energetico. Il suono viene ricevuto, udito, ascoltato sotto forma di frequenze, ritmo, melodie assonanti e dissonanti, e mette in vibrazione il campo energetico dei partecipanti agendo su corpo, mente ed emozioni. Viene effettuato con strumenti sonori e musicali speciali, come i diapason, campane tibetane, gong, e molti altri strumenti e oggetti sonori autoprodotti o presi dalla tradizione etnica del mondo, nonché con suoni digitali.

Gli incontri di rilassamento sonoro si rivolgono a tutti, ma in particolare a quelle persone che vivono un momento stressante, che magari non dormono bene, o hanno l’obiettivo di migliorare la consapevolezza del loro corpo, del respiro, dei sogni e della strada da percorrere per affrontare eventuali situazioni di cambiamento. Inoltre è adatto a chi fa meditazione e yoga, migliorando la pratica, e semplicemente a chi ama il mondo sonoro e vuole prendersi un momento di relax.

Chi viene alle sessioni di riequilibrio vuole prendersi cura di sé e la specifica tessitura sonora che creano gli operatori durante le sessione amplifica di molto l’effetto dei singoli suoni: ad un momento attivo di lavoro sul respiro, sulla voce e sul corpo segue un momento di ascolto e di totale abbandono. Diventa così possibile lasciarsi andare ai propri pensieri in pace, oppure “staccare la spina” della mente e assopirsi cullati dolcemente da un ambiente pieno di suggestioni immaginative ed evocative che stimolano i vissuti personali.

La parte iniziale prevede un momento di meditazione guidata di breve durata (10/15 minuti circa) che, seguendo le tematiche trattate, si modula in base all’argomento, per aumentare la consapevolezza del respiro e la capacità di focalizzazione.
Subito dopo viene chiesto ai partecipanti di sdraiarsi o mettersi comodi, per affrontare un viaggio riequilibrante alla scoperta di sé. I riceventi sono in genere sdraiati sul pavimento usando i materassini e tutto quanto gli occorre per stare comodi e sentirsi in sicurezza, e possono cambiare posizione ogni volta che lo desiderano.

I partecipanti imparano così a rilassarsi e ad usare le risorse naturali insite in loro come la voce e il respiro, per giungere ad una consapevolezza dei disequilibri energetici con il corpo e la mente preparati, potendo così osservare più chiaramente il percorso da intraprendere, senza doversi iscrivere a percorsi molto lunghi.

rilassamento sonoro

Delle tecniche di rilassamento, come per altre discipline, si beneficia con l’allenamento, ed è quindi importante frequentare più incontri per raggiungere gli effetti descritti.

Il Rilassamento sonoro è una tecnica energetica per la crescita personale e non può rimpiazzare i controlli medici. A supporto di essi può stimolare il flusso energetico della persona verso una più veloce e consapevole ripresa.

E’ adatto a tutti e per qualunque età (alcuni suoni utilizzati potrebbero essere tuttavia non adatti a persone con problemi cardiaci, che utilizzano apparecchi acustici e alle donne in gravidanza, o a chi soffre di forme di misofonia*).

(*fastidi importanti per alcuni suoni.)

Campane a vento col sambuco

Vento di Sambuco: frequenze per il rilassamento con il suono

Campane a vento col sambuco: un suono leggero e potente.
A novembre si potrebbe raccogliere il legno di sambuco per fare i manici per gli attrezzi agricoli.

(Ti rimando a questo articolo per la realizzazione dei manici:
(ti rimando a questo articolo per la realizzazione dei manici: http://verycountrypeople.blogspot.it/2012/09/legno-di-sambuco-ideale-per-fare-i.html )

Io l’ho raccolto per realizzare delle campane a vento.
Si può sfruttare il potenziale acustico di questo legno. Infatti i rami di sambuco sono caratterizzati dall’avere al centro un midollo molto leggero e spugnoso. Rimuovendolo, si ottiene in pratica un tubo di legno.

Ho realizzato degli strumenti che utilizzo durante i rilassamenti sonori.
Il suono è secco ma ovattato, puntiforme, arboreo ma non fibroso. Sembra provenire da dietro una cortina, come se arrivasse dall’aldilà.
Per scoprire i suoni di questa magica pianta dalle mille proprietà, non ti resta che venire a provare un rilassamento sonoro.


Vent ëd sambur: frequense per l’arlassament con ël son

Ciòche a vent fàite con ël sambur: un son linger e potent.
A novèmber as podrìa cheuje l’bòsch ëd sambur për fé ij man-i dj’utis agricòj.
(Lés cost artìcol per come fé ij man-i: 

http://verycountrypeople.blogspot.it/2012/09/legno-di-sambuco-ideale-per-fare-i.html )

Mi an leu ‘d fé ij man-i, l’hai cujilo për fé ‘d ciòche a vent.
As peul sfrutesse ‘l potensial acustich ëd cost bòsch. An efet ij branch dël sambur a son caraterisà dal faìt d’avèi na miola franch lìngera e spugnosa. Gavand-la a s’oten an pràtica un tubo ‘d bòsch.

I l’hai faìt d’istrument che ij dovro durant ij mè travaj d’arlassament con ël son.
Ël son a le séc e oatà, arboregiant, fibros. A smjia rivé da darera a un ridò, coma s’a vnèissa da Dëdlà.
Për dëscheurve ij son ëd costa màgica pianta da le mila proprietà, at resta pa d’àutr che ven-e a prové an arlass con ël son.

Campane a vento col sambuco

Applausi Sospesi

Applausi Sospesi – scultura aerea per il riequilibrio

Ho realizzato una scultura in creta che ho chiamato “Applausi Sospesi”.
E’ anche uno strumento musicale che si suona per scotiménto.
E’ fatta di forme in creta che sono lo spazio vuoto che rimane fra le mani quando si battono per applaudire. “Sospesi” perché le forme sono appese a dei fili che le permettono di muoversi, e, battendo l’una contro l’altra, di suonare.

“Sospeso” indica anche quel particolare momento di vuoto che precede lo scroscio degli applausi. Un istante carico di energia prima che si scatenino un mare di frequenze benefiche per tutti gli ascoltatori.

Uso questo strumento durante il trattamento sonoro individuale e di gruppo che si basa sui ciunque elementi (etere, aria, fuoco, acqua, terra).
La terracotta è terra cotta dal fuoco, da cui l’acqua evapora per lasciare lo spazio ad un suono unico, fatto di aria e metallo.


Batiman pendù – scoltura aeréa

L’hai fait un-a scoltura an tèra cheuita che l’hai ciamà “Batiman pendù”.
L’è dcò un istrument musical che as son-a sopatandlo. L’é faìta ëd forme an crèja che a son lë spassi veuid che a resta an tra ‘l man quand a son batùe për ël batiman. “Pendù” përché le forme a son penduve a ‘d fil che ij’permetto ‘d bogié, e, baténd l’un-a contra l’àutra, ‘d soné.

“Sospeìs” indica dcò col particolar moment ëd veuid danans le scionf ‘d batiman. Un istant carià ‘d energìa prima che ancamin-o un mar ëd frequense benéfiche për tui coi ca scoto.

Ij dovro cost istrument durant ël tratament sonor individual o ‘d grup che as fonda s’ij sìnc element (spassi, aria, feugh, eva, tèra).

La tèra lé cheuita dal feugh, che a fa evaporè ‘l eva lassand ël post a un son unìc.
Applausi Sospesi

Il Sistro per il riequilibrio e i Cinque Elementi

Il Sistro per il riequilibrio e i Cinque Elementi

Il Sistro per il riequilibrio e i Cinque Elementi

In Egitto il sistro era uno strumento sacro. Forse presente nel culto di Bastet, è stato utilizzato in danze e cerimonie religiose e simboleggia la danza, la gioia e la festa. Nel culto della dea Hathor, con la forma a U della maniglia del sistro, viene visto come simile al volto e alle corna della dea mucca. Iside nel suo ruolo di madre e creatrice è stata raffigurata in possesso di un secchio in una mano, che simboleggia l’inondazione del Nilo e un sistro nell’altra. Anche La dea Bast è spesso raffigurata in possesso di un sistro.

http://www.wikiwand.com/en/Sistrum


An Egìt ël “Sistro” (sonaj) l’era un istrument sacr. Miraco present ant ël cult ëd la dea Bestet, l’é staìt dovrà për danse e sirimònie religiose e sìmbolisa la dansa, ël goj e la festa. Ant ‘l cult d’la dea Hator, con la forma a “u” d-la manoja, ‘l “sistro” ven vìst come sìmil al muso e ij còrn ëd la vaca. Iside ant ‘l sò ròl ëd Mare e creatrìs lë stàita rapresentà con un sigilin ant un-a man, che rapresenta ‘l inodassion dël Nilo, e ‘l sistro ant l’àutra. Edcò la dea Bast l’é sovens figurà con un “Sistro” an man.

http://www.wikiwand.com/en/Sistrum

Il Sistro per il riequilibrio e i Cinque Elementi

 

Rilassamento sonoro nel bosco

Sabato 20 agosto 2016 propongo una giornata di rilassamento nei boschi intorno al Rifugio Amprimo, a Pian Cervetto (TO).

Ecco il programma:

– ore 9:00 – ritrovo in piazza a San Giorio;
– Tragitto in macchina di circa 30 minuti per raggiungere il parcheggio per il sentiero per il rifugio Amprimo;
– breve camminata per raggiungere il rifugio (15 min. circa);
– Presentazione della giornata e rilassamento per aumentare la percezione dei sensi;
– Pranzo leggero al sacco*, Svago e relax.
– ore 14:00 – Trattamento sonoro di gruppo con i suoni della natura;
– ore 16:00 – Vocalizzazioni con i suoni di riequilibrio;
– ore 17:00 – rientro libero;

* (possibilità di prenotare pranzo/cena/pernottamento presso il rifugio Amprimo, tel. 012249353).

È possibile partecipare anche solo alla seconda parte della giornata;

Per informazioni: 339 4143295

Rilassamento