Home » Paolo Durandetto Art

Categoria: Paolo Durandetto Art

Paolo Durandetto Art: painting, printmaking

Totem e catarsi giocando con l’arte

Nel 2003 condussi in alcune scuole della Provincia di Torino i laboratori “Giocare con l’Arte di Bruno Munari”, per conto dell’Associazione Dante Selva di Paolo Nesta. Erano le mie prime esperienze di insegnamento (peraltro sospese poi fino al 2016). Tra le varie lezioni, ne ricordo bene una in una scuola media.
In quella classe avevo parecchie difficoltà a farmi ascoltare, e i ragazzi erano molto presi da un giochino elettronico, un Game Boy credo. Ad un certo punto pensai di ascoltare le loro “esigenze”. Allora mi feci dare il dispositivo e illustrare il funzionamento del gioco. Loro furono entusiasti del mio interessamento e così dopo un po’ ebbi un’idea e li condussi tutti alla fotocopiatrice. Rispolverando alcune reminiscenze di “xeroxart” della scuola superiore, pensai di fotocopiare e ingrandire lo schermo a cristalli liquidi in bianco e nero e di lavorare sul tema del gioco in questione con le fotocopie: un robot e alcuni sfondi vagamente orientali.
In poche lezioni realizzammo una robot di carta tridimensionale di circa un metro di altezza, un mosaico di fotocopie e un aquilone, e il tutto fu man mano appeso in classe. L’ultimo ad arrivare fu proprio il robot a cui venne appeso anche un cartello con la bandiera della pace, e collocato al centro dell’aula. Aveva due facce, una umana e una da macchina. Dopo un intenso momento di contemplazione, i ragazzi e le ragazze iniziarono a tiragli roba addosso, fino a distruggerlo quasi del tutto. L’aquilone invece rimase al suo posto. Fu un’esperienza toccante ed interessante.

Only certain combinations are possible

Solo certe combinazioni sono possibili

Nel mio lavoro d’arte esploro le connessioni tra le cose.
Ho sempre percepito come tutto nel mondo fosse connesso, intrecciato. Utilizzo il linguaggio dell’arte per parlare in senso metaforico della relazione tra diversi universi e realtà. Nei miei lavori racconto di piani di esistenza che in alcuni momenti si incontrano permettendo il dischiudersi di diverse realtà.
I miei lavori sono una rete di forme e linee interlacciate.
Nel caso di questo lavoro i multi universi sono rappresentati usando dei feltri sintetici colorati.

Disponibile su Artfinder.


Ant ël mè travaj come pitor am piàs esploré le relassion tra le còse.
L’hai semper avù ‘l idea che tute le còse d’la vita e dël mond fëiso antërsà ansema. Ij dovro ‘l lengagi ëd l’art  për parlè an sens metàforic d’la relassion tra divers univers e realtà. Ant ij mè travj ij conto ‘d pian d’esistensa che an quàich moment a s’ancrosio përmëttend ël deurve ‘d diverse realtà.
I mej travaj son un-a antërsiura ‘d forme e linie.
Ant cost travaj l’hai dovrà al fèlter sìntétich per rapresentè le varie part.


In my art work I explore the connections between things.
I have always perceived how everything in the world was connected, braided. I use the language of art to speak metaphorically of the relationship between different universes and reality. With my work telling of plans of existence that at some moments meet, allowing the discovery of different realities.
My works are a network of interlaced shapes and lines.
In this work, multi-universes are represented using colored synthetic felt.

Solo certe combinazioni sono possibili, scultura di Paolo Durandetto
“Solo certe combinazioni sono possibili”: feltro sintetico su compensato, colla . m. 30 x 30 x 2.

Stampa sinestetica linoleografica

Laham looum: stampa sinestetica linoleografica.

Laham looum è una nuova stampa linoleografica e il titolo sono le lettere che mi suggeriscono questi colori e queste forme. Una forma-suggestione del dormiveglia. Questo lavoro presenta due campi di colore con le diagonali di costruzione.
È un linoleografia a due colori sovrapposti ed un campo è l’opposto dell’altro.
Blu e giallo sotto a sinistra, blu e giallo in alto a destra.

È un lavoro che riguarda il mondo della sinestesia e esplora come le sovrapposizioni di colore possono dialogare con lo spettatore dal punto di vista visivo, uditivo e cinestetico.

Questo lavoro è stampato su carta Hahnemuhle di bambù in 10 copie numerate, firmata e timbrata con il timbro a secco del mio laboratorio.

Disponibile su Artfinder.
cm. 32,5 x 25 per la carta (carta bambù hahnemuhle)
cm. 23 x 20 per l’immagine.
tirata in 10 copie.
Disponibile su Artfinder