Categoria: Paolo Durandetto Art

Paolo Durandetto Art: painting, printmaking

fotografia con ombre

Meditassion, come ‘n neuv continent

Nel 2019 ho partecipato al concorso “Piemont c’ha Scriv” di Monginevro Cultura di Torino. Una mia “poesia” in lingua Piemontese è stata menzionata dalla giuria e inserita a catalogo. Puoi scaricare il catalogo a questo link. Più sotto la traduzione in lingua italiana.

Meditassion, come ‘n neuv continent

Dë ‘dnans a mi ‘l Mond…
I l’hai j’euj sarà.
Përcession leste
Slussio ant la mia biòca.
Vardo … e ’n pòch ëd ciairor
s’espantia ’n sij mej euj;
Lusente forme pen-a segná,
As confondo con ombre pen-a marcá.
Come pitor i peuss nen fé d’àutr
Che tòst anmagineme
Una manera dësgenà,
Për rende costa maravìa.


Meditazione, come un nuovo continente

Davanti a me il mondo…
Ho gli occhi chiusi.
Percezioni veloci
Balenano nella mia testa.
Guardo … e un po’ di chiarore
viene sui miei occhi;
Lucenti figure appena accennate
si confondono con ombre appena marcate.
Come pittore non posso far altro
che subito immaginarmi
un modo disinvolto,
per rendere questa meraviglia.

I tuoi colori

Se vivi in un determinato posto dopo un po’ quel paesaggio ti entra nella retina, ti si impianta nella memoria e passa in quella fase in cui è consolidato e non è più ad un livello conscio.

Ad un certo punto ricompare in un lavoro qualche elemento che riporta a quel paesaggio. Hai sognato un lavoro nuovo e quando cerchi di fare un bozzetto, metterlo nero su bianco, ti rendi conto che è composto da elementi che sono davanti ai tuoi occhi tutti i giorni.

 

 

Only certain combinations are possible

Solo certe combinazioni sono possibili

Nel mio lavoro d’arte esploro le connessioni tra le cose.
Ho sempre percepito come tutto nel mondo fosse connesso, intrecciato. Utilizzo il linguaggio dell’arte per parlare in senso metaforico della relazione tra diversi universi e realtà. Nei miei lavori racconto di piani di esistenza che in alcuni momenti si incontrano permettendo il dischiudersi di diverse realtà.
I miei lavori sono una rete di forme e linee interlacciate.
Nel caso di questo lavoro i multi universi sono rappresentati usando dei feltri sintetici colorati.


Ant ël mè travaj come pitor am piàs esploré le relassion tra le còse.
L’hai semper avù ‘l idea che tute le còse d’la vita e dël mond fëiso antërsà ansema. Ij dovro ‘l lengagi ëd l’art  për parlè an sens metàforic d’la relassion tra divers univers e realtà. Ant ij mè travj ij conto ‘d pian d’esistensa che an quàich moment a s’ancrosio përmëttend ël deurve ‘d diverse realtà.
I mej travaj son un-a antërsiura ‘d forme e linie.
Ant cost travaj l’hai dovrà al fèlter sìntétich per rapresentè le varie part.


In my art work I explore the connections between things.
I have always perceived how everything in the world was connected, braided. I use the language of art to speak metaphorically of the relationship between different universes and reality. With my work telling of plans of existence that at some moments meet, allowing the discovery of different realities.
My works are a network of interlaced shapes and lines.
In this work, multi-universes are represented using colored synthetic felt.

Solo certe combinazioni sono possibili, scultura di Paolo Durandetto
“Solo certe combinazioni sono possibili”: feltro sintetico su compensato, colla . m. 30 x 30 x 2.

Stampa sinestetica linoleografica

Laham looum: stampa sinestetica linoleografica.

Laham looum è una nuova stampa linoleografica e il titolo sono le lettere che mi suggeriscono questi colori e queste forme. Una forma-suggestione del dormiveglia. Questo lavoro presenta due campi di colore con le diagonali di costruzione.
È un linoleografia a due colori sovrapposti ed un campo è l’opposto dell’altro.
Blu e giallo sotto a sinistra, blu e giallo in alto a destra.

È un lavoro che riguarda il mondo della sinestesia e esplora come le sovrapposizioni di colore possono dialogare con lo spettatore dal punto di vista visivo, uditivo e cinestetico.

Questo lavoro è stampato su carta Hahnemuhle di bambù in 10 copie numerate, firmata e timbrata con il timbro a secco del mio laboratorio.

cm. 32,5 x 25 per la carta (carta bambù hahnemuhle)
cm. 23 x 20 per l’immagine.
tirata in 10 copie.

Tondi per Inciso

Tondi per Inciso è nato nel 2011 dall’idea di incidere delle lastre tonde mettendole sul giradischi.

Su di essi ho agito con punte e rullini, incidendo così dischi di formati diversi. Questi dischi sono poi stati posizionati in punti diversi all’interno di un formato 70 x 100 e tirati te volte; sono così nati tre fogli in cui i tondi incisi fluttuano nel bianco del foglio.

Tondi per Inciso

3D Mountains

Recentemente ho ripreso in mano un legno che avevo inciso nel 2004 circa, basato su un disegno a matita fatto dal vero. La struttura delle montagne studiata con il metodo delle forme geometriche assemblate secondo lo studio dell’anatomia della Scuola Veneziana.
Rispetto al legno iniziale, ho migliorato l’intaglio e modificato leggermente il cielo crendo un secondo colore.

Styroblock prints

Piogge acide, 2012, solovografia, 4/4, disponibile

La “solvografia” o “styroblock print” è una tecnica di stampa a rilievo che ho messo a punto intorno al 2004. Si tratta di una matrice a rilievo in polistirolo incisa a solvente o meccanicamente. Permette dei risultati piuttosto grezzi, con dettagli grossolani se incisa a solvente, un po’ meno utilizzando mezzi meccanici atti a scalfirne la superficie. Un certo grado di incontrollabilità in fase di incisione (nella versione a solvente) la rende una tecnica affascinante, almeno per me. La stampe che vedete sono realizzate a mano premendo il foglio con un tampone. Qui sotto una matrice grande di un mio lavoro “Nanchino”, del 2005. Più sotto ancora trovate la galleria della realizzazione di una grande stampa eseguita in coppia con Cristina Coppo per Epi-demia 2, mostra collettiva a Palazzo nuovo di Torino del 2004. In quel caso realizzammo due copie su tela e la matrice fu incisa a solvente e meccanicamente con mezzi decisamente grezzi. Il risultato fu interessante non tanto per il lavoro in se quanto per l’operazione, messa su in fretta e furia durante il workshop di preparazione.

Epidemia 2005
Installazione a Palazzo Nuovo (TO) per Epi-demia 2 , 2005

Oval is Coming

 

Qui sopra: Oval is Coming, 2013. Linocut on Fabriano paper, 3 color, cm. 21 x 19, 6 copies.

 

Ecco una nuova stampa, che utilizza la tecnica di cui ho parlato nel post precedente. Questo lavoro nasce da una cornice… a volte mi capita. Ho infatti trovato una cornice molto leggera sabato al Balon, il mercato delle pulci di Torino, e ho lavorato quindi su quelle proporzioni. Il soggetto è onirico.