Applausi Sospesi

Applausi Sospesi – scultura aerea per il riequilibrio

Ho realizzato una scultura in creta che ho chiamato “Applausi Sospesi”.
E’ anche uno strumento musicale che si suona per scotiménto.
E’ fatta di forme in creta che sono lo spazio vuoto che rimane fra le mani quando si battono per applaudire. “Sospesi” perché le forme sono appese a dei fili che le permettono di muoversi, e, battendo l’una contro l’altra, di suonare.

“Sospeso” indica anche quel particolare momento di vuoto che precede lo scroscio degli applausi. Un istante carico di energia prima che si scatenino un mare di frequenze benefiche per tutti gli ascoltatori.

Uso questo strumento durante il trattamento sonoro individuale e di gruppo che si basa sui ciunque elementi (etere, aria, fuoco, acqua, terra).
La terracotta è terra cotta dal fuoco, da cui l’acqua evapora per lasciare lo spazio ad un suono unico, fatto di aria e metallo.


Batiman pendù – scoltura aeréa

L’hai fait un-a scoltura an tèra cheuita che l’hai ciamà “Batiman pendù”.
L’è dcò un istrument musical che as son-a sopatandlo. L’é faìta ëd forme an crèja che a son lë spassi veuid che a resta an tra ‘l man quand a son batùe për ël batiman. “Pendù” përché le forme a son penduve a ‘d fil che ij’permetto ‘d bogié, e, baténd l’un-a contra l’àutra, ‘d soné.

“Sospeìs” indica dcò col particolar moment ëd veuid danans le scionf ‘d batiman. Un istant carià ‘d energìa prima che ancamin-o un mar ëd frequense benéfiche për tui coi ca scoto.

Ij dovro cost istrument durant ël tratament sonor individual o ‘d grup che as fonda s’ij sìnc element (spassi, aria, feugh, eva, tèra).

La tèra lé cheuita dal feugh, che a fa evaporè ‘l eva lassand ël post a un son unìc.
Applausi Sospesi

Il Sistro per il riequilibrio e i Cinque Elementi

Il Sistro per il riequilibrio e i Cinque Elementi

Il Sistro per il riequilibrio e i Cinque Elementi

In Egitto il sistro era uno strumento sacro. Forse presente nel culto di Bastet, è stato utilizzato in danze e cerimonie religiose e simboleggia la danza, la gioia e la festa. Nel culto della dea Hathor, con la forma a U della maniglia del sistro, viene visto come simile al volto e alle corna della dea mucca. Iside nel suo ruolo di madre e creatrice è stata raffigurata in possesso di un secchio in una mano, che simboleggia l’inondazione del Nilo e un sistro nell’altra. Anche La dea Bast è spesso raffigurata in possesso di un sistro.

http://www.wikiwand.com/en/Sistrum


An Egìt ël “Sistro” (sonaj) l’era un istrument sacr. Miraco present ant ël cult ëd la dea Bestet, l’é staìt dovrà për danse e sirimònie religiose e sìmbolisa la dansa, ël goj e la festa. Ant ‘l cult d’la dea Hator, con la forma a “u” d-la manoja, ‘l “sistro” ven vìst come sìmil al muso e ij còrn ëd la vaca. Iside ant ‘l sò ròl ëd Mare e creatrìs lë stàita rapresentà con un sigilin ant un-a man, che rapresenta ‘l inodassion dël Nilo, e ‘l sistro ant l’àutra. Edcò la dea Bast l’é sovens figurà con un “Sistro” an man.

http://www.wikiwand.com/en/Sistrum

Il Sistro per il riequilibrio e i Cinque Elementi

 

Rilassamento sonoro nel bosco

Sabato 20 agosto 2016 propongo una giornata di rilassamento nei boschi intorno al Rifugio Amprimo, a Pian Cervetto (TO).

Ecco il programma:

– ore 9:00 – ritrovo in piazza a San Giorio;
– Tragitto in macchina di circa 30 minuti per raggiungere il parcheggio per il sentiero per il rifugio Amprimo;
– breve camminata per raggiungere il rifugio (15 min. circa);
– Presentazione della giornata e rilassamento per aumentare la percezione dei sensi;
– Pranzo leggero al sacco*, Svago e relax.
– ore 14:00 – Trattamento sonoro di gruppo con i suoni della natura;
– ore 16:00 – Vocalizzazioni con i suoni di riequilibrio;
– ore 17:00 – rientro libero;

* (possibilità di prenotare pranzo/cena/pernottamento presso il rifugio Amprimo, tel. 012249353).

È possibile partecipare anche solo alla seconda parte della giornata;

Per informazioni: 339 4143295

Rilassamento

Stampa sinestetica linoleografica

Laham looum: stampa sinestetica linoleografica.

Laham looum è una nuova stampa linoleografica e il titolo sono le lettere che mi suggeriscono questi colori e queste forme. Una forma-suggestione del dormiveglia. Questo lavoro presenta due campi di colore con le diagonali di costruzione.
È un linoleografia a due colori sovrapposti ed un campo è l’opposto dell’altro.
Blu e giallo sotto a sinistra, blu e giallo in alto a destra.

È un lavoro che riguarda il mondo della sinestesia e esplora come le sovrapposizioni di colore possono dialogare con lo spettatore dal punto di vista visivo, uditivo e cinestetico.

Questo lavoro è stampato su carta Hahnemuhle di bambù in 10 copie numerate, firmata e timbrata con il timbro a secco del mio laboratorio.

cm. 32,5 x 25 per la carta (carta bambù hahnemuhle)
cm. 23 x 20 per l’immagine.
tirata in 10 copie.

Tondi per Inciso

Tondi per Inciso è nato nel 2011 dall’idea di incidere delle lastre tonde mettendole sul giradischi.

Su di essi ho agito con punte e rullini, incidendo così dischi di formati diversi. Questi dischi sono poi stati posizionati in punti diversi all’interno di un formato 70 x 100 e tirati te volte; sono così nati tre fogli in cui i tondi incisi fluttuano nel bianco del foglio.

Tondi per Inciso

3D Mountains

Recentemente ho ripreso in mano un legno che avevo inciso nel 2004 circa, basato su un disegno a matita fatto dal vero. La struttura delle montagne studiata con il metodo delle forme geometriche assemblate secondo lo studio dell’anatomia della Scuola Veneziana.
Rispetto al legno iniziale, ho migliorato l’intaglio e modificato leggermente il cielo crendo un secondo colore.

Styroblock prints

Piogge acide, 2012, solovografia, 4/4, disponibile

La “solvografia” o “styroblock print” è una tecnica di stampa a rilievo che ho messo a punto intorno al 2004. Si tratta di una matrice a rilievo in polistirolo incisa a solvente o meccanicamente. Permette dei risultati piuttosto grezzi, con dettagli grossolani se incisa a solvente, un po’ meno utilizzando mezzi meccanici atti a scalfirne la superficie. Un certo grado di incontrollabilità in fase di incisione (nella versione a solvente) la rende una tecnica affascinante, almeno per me. La stampe che vedete sono realizzate a mano premendo il foglio con un tampone. Qui sotto una matrice grande di un mio lavoro “Nanchino”, del 2005. Più sotto ancora trovate la galleria della realizzazione di una grande stampa eseguita in coppia con Cristina Coppo per Epi-demia 2, mostra collettiva a Palazzo nuovo di Torino del 2004. In quel caso realizzammo due copie su tela e la matrice fu incisa a solvente e meccanicamente con mezzi decisamente grezzi. Il risultato fu interessante non tanto per il lavoro in se quanto per l’operazione, messa su in fretta e furia durante il workshop di preparazione.

Epidemia 2005
Installazione a Palazzo Nuovo (TO) per Epi-demia 2 , 2005

Oval is Coming

 

Qui sopra: Oval is Coming, 2013. Linocut on Fabriano paper, 3 color, cm. 21 x 19, 6 copies.

 

Ecco una nuova stampa, che utilizza la tecnica di cui ho parlato nel post precedente. Questo lavoro nasce da una cornice… a volte mi capita. Ho infatti trovato una cornice molto leggera sabato al Balon, il mercato delle pulci di Torino, e ho lavorato quindi su quelle proporzioni. Il soggetto è onirico.